Libera è la catacomba

Libera è la catacomba

«(…) lo accolse in fasce e lo depose in una mangiatoia, perché non c’era posto per loro nell’albergo» Lc 2,7.

La catacomba non è vuota, ma è libera; sgombra finalmente dai farisei di ogni tempo, attirati e sedotti dagli applausi e dalle urla di approvazione del mondo. L’hanno lasciata deserta, dopo averla abusivamente occupata per siglare il loro clandestino ed eretico patto.

Il mondo è distratto, confuso, impaurito. Con il beneplacito dei farisei di ogni tempo, i tanti Cesare regnano sovrani, aggiungendo paura a paura.

Libera è la catacomba, come nuova mangiatoia per accogliere il figlio dell’uomo, l’Emanuele, il Dio con noi.

Gesù bambino nasce nelle catacombe degli spiriti liberi, degli anarchici credenti, in coloro che sanno ancora alzare lo sguardo.

Mentre tutto crolla nell’immanenza, la catacomba è libera e Dio può trovare un rifugio sicuro dentro le anime altre.

Buon Santo Natale.

FacebookTwitterGoogleLinkedInWhatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *