Il dominio del linguaggio

Il linguaggio sta alla base della comunicazione interpersonale in quanto, con le parole, si accede alla medesima conoscenza. Se voglio una mela che c’è sul tavolo, ma non riesco a prenderla, ti domando la gentilezza di passarmela, tu me la passi perché, come me, sai cos’è. Finora, permane una certa capacità di reciproca comprensione rispetto alle cose da scambiare o da trafficare: una mela è una mela, un chiodo è un chiodo, un libro è un libro e così via.

Leggi tutto “Il dominio del linguaggio”

Tutelare la condizione di normodotato

Essendo persone con gravi disabilità invalidanti, che compromettono l’autonomia e la libertà di tanti, conosciamo molto bene cosa significa non essere autosufficienti. Nel fronteggiare l’invalidità, ci giochiamo sempre tutto: la volontà, l’amor proprio e della famiglia, la determinazione nel conquistare e nel difendere il diritto al lavoro, la voglia di vivere e di amare, la rivendicazione di scegliere per noi stessi. Leggi tutto “Tutelare la condizione di normodotato”

Disabili, nuovi educatori dei normodotati

Parità. Uguaglianza. Stesse opportunità. Stessi diritti (e stessi doveri). Anni di lotte, di conquiste, di battaglie culturali di noi cittadini disabili a che cosa sono servite se oggigiorno i cittadini normodotati sono assai più disabili di noi?  Ci siamo impegnati per farci accettare e rispettare da voialtri e ora siete gran peggio di noi? La ruota gira. Cazzo, è vero!

Leggi tutto “Disabili, nuovi educatori dei normodotati”

Castigo divino

In tempi di pandemia, reale o fasulla, il tema del castigo divino ritorna prepotente. Ciò è il segno che, nonostante la ferma volontà del Potere mondano, di Cesare, di silenziare il sacro o la sfera religioso, negli esseri umani permane residuante il richiamo al rapporto con Dio. Leggi tutto “Castigo divino”